👟 [venerdì quando arriva, arriva] Marketplace, sneaker, GDO

Il venerdì di [mini]marketing

👟 [venerdì quando arriva, arriva] Marketplace, sneaker, GDO

di Gianluca Diegoli • Newsletter #88 • Visualizza online

Non parlerò di scarpe e sneaker per daltonici. Uso quasi solo New Balance (90%) e Timberland in inverno. Ma almeno il quiz settimanale non potevo non farlo su quello. Ma prima parliamo di marketplace, che voi siete marketer seri3.

Gianluca Diegoli

@gluca

Consigli non richiesti #2 per giornalisti: c’è MOLTA differenza tra mettere in vendita su eBay e venderle davvero (cfr scarpe di supermercati ecc.)

1:50 PM - 18 Nov 2020

Ok, cominciamo.

L'inesorabile destino dei marketplace

Da sempre mi occupo di marketing e vendite in salsa digitale. Ho sempre sostenuto che i marketplace, se non frenati da normative giuridiche, si mangeranno il mercato. Dove per marketplace intendo intermediari che vendono e che fanno vendere a terzi sulla propria piattaforma. Amazon, ma anche ePrice, Manomano, ecc. Il loro vantaggio competitivo è determinato da:

  • godono, passata la soglia critica, di traffico di destinazione indipendente da Facebook e Google, quindi più a buon mercato

  • sono preferite dai consumatori, pigri, che si abituano prima a un'unica interfaccia, anziché comprare da n siti diversi

  • la maggior parte dei brand non sono davvero brand, quindi hanno un traffico sul proprio sito molto basso

  • come sottoprodotto, ma spesso decisivo per i margini, guadagnano economie di scala nella logistica (vedi FBA di Amazon), ma soprattutto accesso ai dati dei consumatori, di prima parte, sulle vendite “vere”, non sulle visite a un sito o un mi piace a una pagina.

Ci sono quattro trend di fondo, secondo me:

  • i generalisti: ne rimarrà uno solo, e sapete quale

  • gli specializzati: possono avere un loro pubblico, ma per settore, se differenziano abbastanza il loro target e il loro bisogno, ne rimarrà uno solo, di nuovo. Questo vale anche per i settori industriali, in cui Alibaba è l'Amazon. E in cui siamo ancora all'età della pietra.

  • Shopify: nasce per i siti e il Direct to consumer, ma diverrà presto una piattaforma, almeno a livello logistico e di dati. La sua crescita sarà inarrestabile per le PMI e il D2C

  • Reseller selezionati (davvero): tra eBay, che accetta tutti e non garantisce troppo il compratore, e Farfetch c'è posto, forse. E sulla “certificazione” dei prodotti non contraffatti

  • Servizi: ePrice ha il principale differenziatore nel trasportare al piano e montare il frigo o il forno.

  • Grande distribuzione food e specializzati: become marketplace or die. Usate quei dati e quel traffico, per segmentare e vendere advertising. Esselunga, Coop, ecc.

La scelta di brand se essere su Amazon o sul proprio sito ha solo una risposta:

  • entrambi (se non sei Nike, e non lo sei)

Questo perché non puoi non pescare dove sono i pesci.

Ma il ragionamento sarà sempre più: qual è l'esca per pesci diversi? Chi sono quelli che compreranno sul mio sito, quali prodotti? Quali prodotti sono più vendibili sui marketplace?

Salvare brand e vendite è il nuovo dilemma capra e cavoli della vendita online, tra D2C e marketplace.

Se ne volete sapere di più sul (fosco) futuro (presunto), comprate la nuova edizione di Link Idee per la TV, cartaceo in libreria o in versione ebook.

Farò (sul presente) anche un webinar di base per Confartigianato Imprese Padova il 26 novembre.

Ne avevo parlato anche a BTO, sulle piattaforme nel turismo, anni fa. Ma è generalizzabile il concetto.

I marketplace sono anche nel delivery del food, e il dilemma è anche lì.

C'è stato anche un webinar di Netcomm qualche giorno fa.

Appunti della settimana

Quanti sono i contenuti politici su Facebook?

The vast majority of what people in the US see on Facebook is in their News Feed. Most of the content people see there, even in an election season, is not about politics. In fact, based on our analysis, political content makes up about 6% of what you see on Facebook.

l'Impatto di Facebook sulla politica è sopravvalutato?

hypothes.is • Condividi

Engagement non è sempre reach

Here are lists of the US news publishers and the US-based Pages (based on the domain in their URL) who reached the most people in the US in the week following the last presidential debate. As you can see, the publishers and Pages with the most reach are two very different lists. These two groups are also very different from the Pages with the most engagement, as shown in the first list above. Engagement does not predict reach.

Reach vs Engagement, non è sempre un rapporto uno a uno.

hypothes.is • Condividi

I ricchi non piangono

YouTube advertising revenues was $5B up 32% Y/Y, driven by substantial growth in direct response, followed by a rebound in brand advertising.

Spotify had 185M (Euros) in revenue up 31% Y/Y, the advertising business returned to growth

Netflix posted revenue of $6.4B up 23% Y/Y

Facebook total ad revenue for Q3 was $21.2B, which is a 22% Y/Y increase

hypothes.is • Condividi

Google è un business maturo, ma enorme

Google network advertising revenues (DoubleClick) was $5.7B up 9% Y/Y Google search and other advertising revenues were $26.3B in the quarter, up 6% Y/Y, as advertisers spend began to pick up in August

hypothes.is • Condividi

Dove investiranno (forse) le aziende

Il significativo saldo netto positivo degli investitori segnala che saranno più le aziende che hanno intenzione di incrementare gli investimenti media nell’online rispetto a quelle che ridurranno l’allocazione di risorse su questi canali. In particolare, online video ads (65%), social media stories (55%) & feeds sponsoring (54%), come anche il podcast (41%) e gli ads nella televisione in streaming (36%) sembrano catalizzare l’interesse dei marketer.

hypothes.is • Condividi

La TV non è più sola

«In Italia televisione e digitale si dividono ormai quasi la stessa share di raccolta pubblicitaria», ha poi sottolineato Noseda. Nel 2020 l’internet advertising rappresenterà infatti, secondo le stime dell’Osservatorio Internet Media del Politecnico di Milano, il 41%-42% della raccolta pubblicitaria complessiva (contro il 38% del 2019), discostandosi per la prima volta in assoluto di un solo punto dalla tv che dovrebbe detenere tra il 42%- 43% del mercato (42% nel 2019).

hypothes.is • Condividi

anvedi YouTube Premium!

Alphabet other revenues were $5.5B up 35% Y/Y primarily driven by growth in Play and YouTube non-advertising revenues within YouTube’s subscription revenues

qualcuno ha sottoscritto YouTube Premium!

hypothes.is • Condividi

Omnicanalità come modello futuro

Su un campione di 300 top retailer, oltre l’81% presidia i canali digitali tramite l’e-commerce per iniziative di vendita (dato in aumento rispetto al 79% del 2019), l’80% se si parla di mobile commerce (76% nel 2019). Inoltre, su un campione di 243 retailer con un sito di e-commerce, oltre il 34% (32% nel 2019) dichiara di offrire servizi come Click& Collect (65% contro il 62 nel 2019) o la possibiltià di reso in negozio degli acquisti fatti online (34% contro il 32% nel 2019). Non stupisce dunque che il 70% delle aziende dichiari di voler includere l'omnicanalità nei propri piani strategici aziendali.

hypothes.is • Condividi

Qualcuno ha fatto un nuovo social - i games

Fast-forward a few years, and Discord is at the center of the gaming universe. It has more than 100 million monthly active users, in millions of communities for every game and player imaginable. Its largest servers have millions of members. Discord’s slowly building a business around all that popularity, too, and is now undergoing a big pivot: It’s pushing to turn the platform into a communication tool not just for gamers, but for everyone from study groups to sneakerheads to gardening enthusiasts. Five years in, Discord’s just now realizing it may have stumbled into something like the future of the internet. Almost by accident.

Discord is a new social for gamers

hypothes.is • Condividi

Come guadagna(va) Ryanair? Con le lotterie e i saltacoda

Last year Ryanair carried 142.1 million passengers, with an average passenger fare of 37.03 Euro. Whereas, the cost per booked passenger was almost ten Euro higher, as it stood as 47.02 Euro. If tickets were to be the sole revenue driver for the airline, Ryanair would have lost 1.4 billion Euros in 2019. However, as mentioned earlier, tickets are not the only revenue source. If we add the ancillary revenue per passenger of 17.15 Euro, we get to a profit of roughly a billion Euros, which is what we saw with Ryanair. Ancillary revenues account for almost a third of Ryanair’s total revenues. Thanks to statistics and predictive analytics, Ryanair knows how low it can sell its tickets for but still make a profit.

hypothes.is • Condividi

Scuola di markettese

Ritson e le 10 più grandi stro*zate di marketing di tutti i tempi. Con questa new entry, Humaning, da Mondelez, quella del Philadelphia..

Matt Muir

@Matt_Muir

This did the rounds after working hours yesterday, but in case you missed it then please take a moment to enjoy the worst, most egregious example of pointless, pseudo-intellectual brandwank I have ever seen in my life. I give you 'humaning', by @MDLZ: https://t.co/dc5xzAcx6r https://t.co/JwCkMP8SuR

11:14 AM - 12 Nov 2020

Quiz

A quanto si stanno chiudendo le vendite in asta delle sneaker Lidl su eBay, spedizione inclusa?

a) 60 euro b) 290 euro c) 440 euro

📚 Il libro?

Finalmente le recensioni negative! Non c'è vero successo senza recensioni da una stella (3 su 107!)

Cos'è il genio?

Cos'è il genio?

In realtà ce ne sono anche altre due negative.

Negozianti

Il marketing insegnato (d)ai negozianti

Il marketing insegnato (d)ai negozianti

Bologna, quando era gialla (via Diego C.)

ilmarketinginsegnatodainegozianti.info • Condividi

That's all folks!

Ci vediamo la prossima settimana! Un consiglio per la settimana black.

gluca

risposta: a) 60 euro

–

Sono Gianluca Diegoli e mi occupo di consulenza su strategia di marketing e di vendita digitale, (e)commerce e D2C inclusi.

Questa newsletter è la sorella gemella del blog che tengo dal 2004. Un altro spin off è il blog sul marketing insegnato (d)ai negozianti .

Hai altri dieci minuti liberi? Qui ci sono tutte le edizioni della Lettera.

Ho scritto qualche libro , ma l’ultimo (« Svuota il Carrello ») è quello che mi rappresenta di più.

Insegno in IULM e in Master.

Ho co-fondato Digital Update , una delle prime scuole italiane di formazione digitale online, e con altre due tipe più smart di me ho avuto l’idea del primo FreelanceCamp .

Ho creato canvas e un manifesto per la trasformazione del marketing.

Da marzo tengo un canale Telegram con link a dati economici, settoriali e di vendita pre, durante e post lockdown-covid.

Bocconiano anomalo, proud generation X member.

«La noia è una risorsa»

Se vuoi proporre temi a questa newsletter rispondi alla mail: molto semplice. La stessa cosa se la vuoi sponsorizzare. Se ti è servita a qualcosa puoi anche pagarmi un caffè qui . Se lasci un commento sotto usando i pollici mi fa piacere.

Ti piace questa newsletter?

di Gianluca Diegoli

Lettera settimanale su marketing, digitale, strategia, retail, e-commerce.

Tweet Condividi

Se non vuoi più questi aggiornamenti, cancellati qui.

Se hai ricevuto questa newsletter tramite inoltro e ti piace, puoi iscriverti qui.

Curato con passione da Gianluca Diegoli con Revue.

minimarketing® Somewhere from internet in Emilia