Vedi profilo

🛥[Oddio, è venerdì] Email da GDO, la metro e la pigrizia, influencer e Millennial, e altre cose divertenti

È la quarta edizione di questa lettera rinnovata su Revue. La cosa migliore è che mi state rispondend
Il venerdì di [mini]marketing
🛥[Oddio, è venerdì] Email da GDO, la metro e la pigrizia, influencer e Millennial, e altre cose divertenti
di Gianluca Diegoli • Newsletter #4 • Visualizza online
È la quarta edizione di questa lettera rinnovata su Revue. La cosa migliore è che mi state rispondendo: dovrebbe essere così per ogni newsletter, che in fondo è una mail che arriva nel client di posta, un luogo creato per l'interazione, non perché si riempisse di DEM. Eppure quasi nessuna azienda sembra interpretare la mail come strumento di conversazione e interazione, certo, perché l'interazione costa, è scarsamente automatizzabile, dà risultati di reputazione ma nel lungo periodo, fornisce feedback molto dispersi in quanto a qualità sulla curva di distribuzione e oltretutto difficilmente misurabili come impatto sulla bottom line. Ma come ho detto spesso, ci sono cose importanti e NON misurabili, dobbiamo farcene una ragione.
Questa è quindi ancora un mix di cose scritte da me, di esperienze personali, di articoli letti in giro e commentati, e di foto significative – e a volte divertenti.

Cose scritte da me
Reportage: ho letto 2.000 newsletter della GDO in un anno | [mini]marketing
La pigrizia vince sempre, ATM edition
Essere early adopter comporta essere sbeffeggiati e insultati quando le cose vanno male, cioè molto frequentemente. Per esempio quando tu tiri fuori l'app di ATM e il lettore non ti riconosce il QR code, e quelli dietro sbuffano e maledicono i tecnologici, “che il biglietto di carta non si rompe mai”. In effetti noi della setta dell'app ATM con uso del QR dobbiamo essere molto rari, perché non mi è mai capitato di incontrarne un altro, a memoria. O forse in una occasione – ci siamo quasi salutati (a Milano eh!) per aver quella debolezza in comune. I giapponesi non valgono.
E invece la carta di credito contactless funziona alla grande. Oggi ho visti altri come me, e pure con quello sguardo sprezzante dall'alto al basso verso il malcapitato aveva il biglietto cartaceo inceppato. È girata la marea, la pigrizia ha vinto ancora una volta, giustamente, e anzi ora – bip bip – secondo me – bip bip – se ci fanno pagare 1,75 euro anziché 1,50, quasi quasi la usiamo lo stesso. Un po’ come il Telepass, che costa – a noi – per risolvere un problema – loro – ad Autostrade. Del resto, vedo lo stesso pattern: la gente a piedi rallenta pochissimo con la carta di credito in mano, come rallenta pochissimo al Telepass. Prima o poi qualcuno finirà a capofitto sul zozzo lastricato della metro, e la vecchina col biglietto se la godrà tutta, la scena.
Influencer e millennial
Anche quest'anno si è concluso il mio corso di marketing digitale alla IULM. In questa edizione i ragazzi dovevano preparare un piano per un brand di streetwear appena lanciato. Se devono scegliere dove spendere, dicono influencer, dopo avere raccolto survey – tutte coincidono – sui loro coetanei. Ok, un po’ come dire “facciamo uno spot, qualcosa succederà” – sono già perfetti marketer – ma è anche il segno di un cambiamento epocale, di come vedono loro la pubblicità, i contenuti, il branding.
Esperienze da cliente
Wish usa Whatsapp Business per dare il tracking degli ordini. Brillante.
E invece Enjoy a Bologna ha perso un'occasione di inviare un'informazione nel modo più usabile possibile.
Cose mie che forse ti sei perso
A Trenitalia story
L’illusione del consumatore perfetto dell’advertising digitale - Link
Cose lette in giro
Instagram Is Reshaping Interior Design
I brand si inventano nuove linee dedicate per la vendita su Amazon
Letture per capire il nostro tempo
I supermarket sono conversazioni
La gente non sa come funziona Facebook (e l'internet)
Cose probabilmente utili
Il passaparola
è un argomento poco discusso, perché non porta incassi a consulenti, centri media e agenzie come l'advertising. Al massimo il growth hacker medio cita Dropbox e pure Hotmail. Ma alla fin fine è sempre il canale che porta la maggior parte dei clienti: in attesa di leggere il libro di Jay Baer, Talk Triggers, ho scaricato il PDF riassuntivo che lo precede e ne descrive il modello applicativo. Una specie di canvas.
Messaggi che vendono
Sapete quelli che vi vogliono svelare il segreto più segreto che più segreto non c'è su come mandare email su Linkedin per avere un contatto commerciale? O “sfruttare la domanda latente”? O il funnel? In realtà è una tecnica di vendita vecchia come il mondo: si fa suscitare il dubbio che ti manchi qualcosa (per vendere di più, per essere più smart, per…) e poi si insinua che il tuo prodotto casualmente fa quello (che altri stanno usando con successo). Se vuoi un ripasso ecco un simpatico PDF sintetico, chiamato pomposamente The Pain Formula. E risparmi migliaia di euro per un corso da Venditore Vincente.
Cose che sto facendo
Dopo una riflessione strategica, io e Alessandra Farabegoli abbiamo lanciato i corsi online su Digital Update, che diventeranno a regime più di una ventina. Con l'obiettivo di renderli complementari (e non sostitutivi) ai corsi in aula e in azienda, e rendere i percorsi formativi più lineari, completi e scorrevoli.
Il GDPR spiegato bene: il primo corso ONLINE Digital Update
SEO con Marco Ziero: un secondo corso ONLINE Digital Update
Evento gratuito per aziende del vino a Udine
Nella tappa di Lecce, dedicata alle PMI del fashion/tessile, mi hanno fatto qualche domanda
Cose semi-serie
Anche voi siete attratti irresistibilmente dall'Digital Out Of Home ogni volta che compare l'errore di Windows? E chissà se qualcuno ha mai calcolato i danni di reputazione in stile “brand safety”.
Insta Repeat on Instagram: “More of this 💀”
Saluti e baci
Davvero sei arrivata fin qui? Grazie, e spargi la voce :-)
Consulenza marketing per l'era digitale | [mini]marketing
Ti piace questa newsletter?
Gianluca Diegoli

Lettera settimanale su marketing, digitale, strategia, retail, e-commerce.

Tweet     Condividi
Se non vuoi più questi aggiornamenti, cancellati qui.
Se hai ricevuto questa newsletter tramite inoltro e ti piace, puoi iscriverti qui.
Curato con passione da Gianluca Diegoli con Revue.
minimarketing® Via Borgo San Pietro 22, Bologna